Lunedì, 27 Settembre 2021
A+ R A-

Jean Victor Arthur Guillou

Jean Victor Arthur Guillou

Jean Victor Arthur Guillou (Angers, 18 aprile 1930) è un organista, pianista e compositore francese. Fin dall'età di 12 anni fu titolare dell'organo di St. Serge nella sua città natale. Compie i suoi studi al Conservatorio di Parigi dove è allievo di Marcel Dupré, Maurice Duruflé e Olivier Messiaen. Dal 1955 è nominato professore d'organo e di composizione all'Istituto di Musica Sacra di Lisbona. Nel 1958 si stabilisce a Berlino per ritornare poi a Parigi nel 1963 in seguito alla nomina come titolare del grande organo di St. Eustache, dove succede ad André Marchal. La sua carriera di virtuoso lo porta a dare concerti per organo nel mondo intero. Dà anche concerti per pianoforte ed è con tale strumento che interpreta le Sonate per pianoforte di Julius Reubke e di Franz Liszt. Nel 2002 ha inaugurato il piano a pedaliera «Borgato», con cui ha realizzato anche un disco (Philips). Come concertista virtuoso dell'organo i suoi concerti, coerentemente con la tradizione dei suoi maestri, comprendono spesso improvvisazioni su temi assegnati estemporaneamente. La sua indiscussa abilità nel concepire l'interpretazione usando decine di composizione di registri organistici dagli impasti più diversi fa dei brani eseguiti dei momenti in cui l'uditore coglie la meravigliosa dinamica coloristica ed effettistica dell'organo. Come organologo è autore del libro L'Orgue, souvenir et avenir, giunto alla terza edizione in francese, alla seconda in Tedesco, e alla prima italiana "edizioni Carrara" prevista per dicembre 2008. Il suo scopo principale è quello di promuovere la costruzione di organi più poetici e con un'espressione più ricca e diversificata. Si deve a lui la concezione di nuovi strumenti come quelli dell'Alpe d'Huez (Francia), della chiesa del Chant d'Oiseaux a Bruxelles, della Tonhalle a Zurigo, del Conservatorio di Napoli, dell' "Auditorio de Tenerife" e della chiesa di S.Antonio ai Portoghesi di Roma (2008). Come compositore è da segnalare soprattutto la sua letteratura per organo, caratterizzata sia da adattamenti di opere preesistenti (tra le quali Quadri di un'esposizione di Modest Mussorgsky, Prometheus e Orpheus di Franz Liszt, L'Offerta Musicale di Johann Sebastian Bach) e da composizioni originali (tra le quali : Toccata op. 9 del 1952, Scènes d'enfants op. 28 del 1974, Hypérion ou la Rhétorique du feu op. 45 del 1988). Ha composto anche musica da camera, opere per orchestra e per strumenti solisti (tromba, marimba, ecc.) e organo. Da segnalare per la loro particolarità Alice au pays de l'orgue per organo e voce recitante e la Révolte des Orgues, per 9 organi e percussioni. Ha inciso tra gli altri per la Dorian, Verany, Festivo ed ora per la Philips-Universal. Buona parte delle sue opere è pubblicata da Schott. Dal 1970 al 2005 è stato professore ai Maister-kursus di Zurigo insegnando interpretazione e improvvisazione a più di 300 organisti provenienti da tutto il mondo.

 

Da wikipedia ... continua

×
COOKIES

Questo sito non utilizza alcun cookies di profilazione.

Sono invece utilizzati cookies normali per la navigazione sul nostro sito.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.

Anche le informazioni inviate nel modulo contatti saranno strettamente private e non cedute a terzi per scopi pubblicitari o diversi.

AVVISIAMO TUTTI I VISITATORI CHE ARTEORGANISTICA.IT

NON EFFETTUA ALCUNA RICHIESTA DI DENARO VIA EMAIL.

EVENTUALI RICHIESTE FRAUDOLENTE SONO DA CESTINARE IMMEDIATAMENTE.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE E BUONA NAVIGAZIONE