Lunedì, 27 Settembre 2021
A+ R A-

Stephen Tharp

Stephen Tharp

 

Biografia italiana “Il Perfetto Virtuoso….” Die Abendzeitung, München, Germania "

…Ha suonato colorate, inebriante e brillante ..." The New York Times

“Tharp viene considerato uno tra i più brillanti organisti odierni, riconosciuto come musicista dotato di una formidabile personalità.” The Dallas Morning News

Recensito entusiasticamente dal New York Times per aver “eseguito con vivaci colori in modo entusiastico e splendido”; salutato come “profondo conoscitore dell’organo” dalla rivista Tedesca The Organ; “l’esecutore della persona che pensa” dal magazine Olandese Het Orgel; “ogni pezzo all’altezza dell’organista” in The American Organist, Usa; “l'artista navigato e creativo” da Michael Barone nella trasmissione radiofonica Pipedreams, Usa. Stephen Tharp è riconosciuto quale uno dei più grandi organisti del nostro tempo ed attraverso 39 tournées intercontinentali e circa 1300 concerti, si è costruito una delle più rispettate carriere concertistiche. È incluso nelle pubblicazioni Who's Who in America e Who's is Who in the World. Si è prodotto, a partire dal 1987, sugli strumenti più prestigiosi: St. Bavo, Haarlem; Royal Albert Hall, London; St. Eustache, Paris e Ste. Croix, Bordeaux; Hong Kong Cultural Centre; le Town Halls di Sydney and Adelaide; Sala Tchaikovsky, Moscow; Tonhalle, Zürich; Duomo, Milano; le Cattedrali di Berlin, Köln, Speyer, München, Münster, Essen, Speyer e Passau, oltre alla sala del Gewandhaus di Leipzig; Cattedrale di Antwerp; Sala Dvorak, Prague; Hallgrimskirkja, Reykjavik; Morton H. Meyerson Symphony Center, Dallas; Walt Disney Concert Hall, Los Angeles; Kimmel Center, Philadelphia; Riverside Church, New York City; Rice University, Houston; Spivey Hall, Atlanta; e la Severance Hall, Cleveland. Ha tenuto master classes alla Yale University; per il Westminster Choir College; per la Cleveland Institute of Music, Bethel University (St. Paul, MN); alle Hochschulen für Musik di Stuttgart, Trossingen e Bochum (Germany); e per la AGO. È stato anche nelle commissioni per gli esami della Juilliard School e della Northwestern University. Stephen Tharp è anche un punto di riferimento per la creazione di nuova musica, in quanto ha commissionato una quantità di nuove composizioni per questo strumento. La prima di queste è stata Instants, poema sinfonico Op. 57, di Jean Guillou, che Tharp ha eseguito al King’s College, Cambridge, UK nel Febbraio 1998. A questo sono seguiti una serie di belle collaborazioni che hanno portato alla creazione di numerose pagine che a lui sono stati dedicati: George Baker, Variations on “Rouen” (2010); David Briggs, Toccata Labyrinth (2006); Samuel Adler, Sonata (2005); Eugenio Fagiani, Psalm 100 (2009) e Stèle (2003); Thierry Escaich, Trois Poèmes (2002); Philip Moore, Sinfonietta (2001); Anthony Newman, Tombeau d'Igor Stravinsky (2000), Toccata and Fuga Sinfonica on BACH (1999) e la sua Second Symphony (1992); Martha Sullivan, Slingshot Shivaree for Organ and Percussion (1999); Morgan Simmons, Exercitatio Fantastica (1997). Compositore egli stesso, ha ricevuto dalla Cattedrale di Colonia la commissione per comporre per la Pasqua 2006, le Easter Fanfares per l'inaugurazione dei nuovi registri di Tuba dell'organo. Mentre nel Febbraio 2011 ha terminato la composizione delle Disney's Trumpets per l'organo della Walt Disney's Concert Hall (dove il brano ha conosciuto la sua prima esecuzione assoluta – ad opera del compositore stesso – nello scorso mese di Marzo. Nell'Aprile 2008, Stephen Tharp è stato richiesto per essere Official Organist per la visita a New York di Papa Benedetto XVI, suonando alle tre celebrazioni maggiori e trasmesse in tutto il mondo. Tharp è anche stato protagonista di una puntata speciale del programma radio Pipedreams negli anni 2005 e 2011, dedicata eccezionalmente ed esclusivamente alla sua figura, facendolo così divenire uno dei pochi organisti al mondo a godere di questo onore. L'organista Americano è stato anche trasmesso dai canali televisivi nazionali in Irlanda e Gran Bretagna, oltre che nei programmi di Radio Praga, di orgelniews.nl (Olanda) e, naturalmente, su Pipedreams negli Stati Uniti. Stephen Tharp è anche attivo come musicista da camera in tutti gli Stati Uniti quale organista, pianista e cembalista ed ha collaborato con: Thomas Hampson; Itzhak Perlman; Jennifer Larmore; Rachel Barton Pine; the American Boychoir diretto da James Litton; il St. Thomas Choir, diretto da John Scott nel Requiem di Duruflé. Con esibizioni anche presso: la Carnegie Hall, il Metropolitan Museum of Arts, la Alice Tully Hall, la Avery Fisher Hall ed il Lincoln Center sempre a New York. La sua prima registrazione come organista solista è stata a 14 anni. Ha inciso per: JAV, Aeolus, Naxos, Organum ed Ethereal. E sono disponibili anche presso la Organ Historical Society (www.ohscatalog.org), JAV Recordings (www.pipeorgancds.com), ed Aeolus (www.aeolus-music.com). La sua incisione de The Complete Organ Works of Jeanne Demessieux per Aeolus Recordings, ha ricevuto il 2009 Preis der Deutschen Schallplattenkritik, premio della critica tedesca, come pure il premio francese 5 Diapason. Questa registrazione è stata festeggiata nell'Ottobre 2010 con l'esecuzione live dell'omnia di Jeanne Demessieux in tre concerti sullo strumento della Cattedrale di St. John the Divine a New York. Mentre il suo disco Stephen Tharp plays St. Bavo, Haarlem, in Olanda per l'etichetta JAV è stato definito “il più bel disco del 2009” dalla rivista specializzata Francese Resmusica. Stephen Tharp ha conseguito il suo BA, magna cum laude, nell'Illinois College, Jacksonville, IL ed il suo MM nella Northwestern University, Chicago, dove è stato studente di Rudolf Zuiderveld e Wolfgang Rübsam. Ha anche lavorato privatamente a Parigi con Jean Guillou. Attualmente è Artist-in-Residence per la Grace Church (Episcopal), di New York City. Precedentemente è stato Organista della St. Patrick's Cathedral di New York tra il 1995 ed il 1997 e quindi Associate Organist della St. Bartholomew's Church, sempre a New York, negli anni 1998-2002.

Sito ufficiale

×
COOKIES

Questo sito non utilizza alcun cookies di profilazione.

Sono invece utilizzati cookies normali per la navigazione sul nostro sito.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.

Anche le informazioni inviate nel modulo contatti saranno strettamente private e non cedute a terzi per scopi pubblicitari o diversi.

AVVISIAMO TUTTI I VISITATORI CHE ARTEORGANISTICA.IT

NON EFFETTUA ALCUNA RICHIESTA DI DENARO VIA EMAIL.

EVENTUALI RICHIESTE FRAUDOLENTE SONO DA CESTINARE IMMEDIATAMENTE.

GRAZIE PER L'ATTENZIONE E BUONA NAVIGAZIONE